Cooperativa Raccolto
contatti
home



9 febbraio 1932 - 9 febbraio 2014
Daniele Oppi


Nel giorno della nascita di Daniele Oppi, scomparso nel febbraio nel 2006 ricordiamo il grande artista, fondatore della nostra cooperativa, riproducendo due inedite diapositive che lo ritraggono alla fine degli anni '80 nel suo studio alla Cascina del Guado e tre testi autografi dedicati al suo rapporto con l'elaboratore elettronico del 1970, del 1980 e del 1989.



La mia partita aperta con il computer

1970
E’ il momento
lo annuncia la morsa
che attanaglia l’uomo
al week-end
in fuga lucida
dentro l’automobile.
E’ il momento
lo grida la differenza
tra tecnologia e la morte,
tra la volpe tremante
senza bosco
e il jumbo jet.
Cantano.
Vengono avanti
e domandano soluzioni.
Grande speranza del mondo,
i computers
vengono avanti
ma domandano soluzioni,
in un brivido organico
di responsabilità.
E’ il momento
della risposta,
per un solo
momento
sia l’amore.
(testo pubblicato in occasione
della mostra a San Paolo del Brasile)


1980
Venga avanti
chi è capace di fare il totale.
Si parli ancora
di volontari
per tirare le somme.
Diventa difficile:
a meno che non si accampi
come usa
il verdetto del computer.
La sua parola contro la mia:
e perderà.
Ma sarà una questione
che verrà fuori,
e cioé che perderemo tutti:
noi mondo.
(testo pubblicato in occasione
della mostra a Como)


1989
Il Quarto Regno
Siamo alla porta del Regno
dell’Informazione.
Veniamo dal Regno Animale
e portiamo con noi le Ambascerie
dei Regni Vegetale e Minerale.
Si sono lacerati i confini
della nostra Dimensione.
Quello che sembrava un Accessorio,
ciò che pareva Servizio, si rivela
ormai Altro: lo chiamiamo computer.
Entriamo noi nella Nuova Dimensione
o -di fatto- entra in noi e fra noi
la percezione del Nuovo Regno?
Distinto, codificato, aristotelico
e scoperto. Scoperto ora e
introdotto di fatto come categoria
paritetica agli altri tre Regni.
Ora sappiamo di qualche cosa
destinata a determinare, favorire
i Cambiamenti.
Non abbiamo mai messo in discussione
(a differenza di tutto il resto)
la questione dei Tre Regni.
Certo, li abbiamo identificati,
ma siamo ancora lontani dal conoscerli.
Mai abbiamo dubitato della loro presenza
e degli ampi, generali confini
che contengono le catalogazioni.
Il Regno dell’Informazione
si è materializzato,
e sembra essere il luogo della Scienza
e della Ricerca, il luogo
delle genesi e delle revisioni di sé.
Esso risponde alle leggi
della generazione, dell’evoluzione
e della degenerazione,
come gli altri Tre Regni.
Occhi quadrati
si aprono sulla Grande Spiegazione.
L’antichissima presenza
occultata inconsulta intuitiva
misteriosamente indistruttibile,
emergente dai Grandi Segnali
ora appare, rivelata
dall’impianto concreto dei mezzi
che l’hanno materializzata:
è la Creatività.
Il Quarto Regno scopre e decodifica,
riflette sul processo creativo,
apre la porta dell’Energia.
E’ il Regno del Soccorso,
Fratello sollecito, nuovo e prodigo
dell’Istinto di Conservazione
e dell’Intelligenza.
Siamo andati di là del muro,
oltre lo specchio.
Nell’aria tesa e tersa,
la Precisione e la Rivoluzione
si danno la mano,
la Fantasia e la Regola si abbracciano.
Gli spazi si replicano nell’antispazio,
e incontrano i Termini.
I Termini chiudono il campo, recintano
il luogo dove non esistono recinti.
Il video chiama l’antivideo,
il quadro travolge il quadro o, viceversa,
il video chiama il quadro
e l’antivideo travolge il quadro.
Le realtà si placano nelle interpretazioni
mostrando cause e riflessioni,
docili alle rivelazioni.
Con il computer irrompe nella vita
nuovo teatro
forzando e moltiplicando gli artifici.
L’invasione conferma l’istinto
di trasformare il reale,
la continua creazione di videogiochi,
la passione per le espressioni iconiche.
L’artista fa parte del Quarto Regno?
(domanda a codice)
“In modo organico, totale”
risponde una voce visiva,
muta di suono e sintesi di immagine,
vibratile, in verde, su fondo scuro.
( testo scritto in occasione
di “Agonia di una mostra”
a Finale Borgo)




Cooperativa Raccolto